Home » Attività » La Sindrome del Gemello Scomparso – con ALFRED RAMODA AUSTERMANN

La Sindrome del Gemello Scomparso – con ALFRED RAMODA AUSTERMANN

pubblicato in: Attività | 0

getImage6888

CONFERENZA ingresso libero 

Venerdì 9 Marzo 2018 Ore 18,30

 TORINO Luogo da definire

Seminario e conferenza saranno tradotti dall’ inglese all’ italiano

SEMINARIO Esperienziale 10/11 Marzo 2018

Orari: Sabato 09.30-19.00 – Domenica 09.30-17.30

La relazione di coppia è il risultato di una coincidenza?

Come dare spazio all’amore grazie alle scoperte della psicologia prenatale

LA SINDROME DEL GEMELLO SCOMPARSO

Con  ALFRED RAMODA AUSTERMANN

Sede del seminario: Centro di Armonia

 PERCORSO DI GUARIGIONE,

per re incontrare il gemello che avete perduto nel ventre materno.

Sapevi che una gravidanza su dieci inizia con più embrioni? Perlopiù essi scompaiono, a volte prima ancora della prima ecografia, a volte molto dopo. Uno di essi nascerà. La psicologia prenatale ha scoperto che il feto, persino allo stato embrionale, soffre enormemente per questo lutto così precoce. Il gemello, a loro così intimamente vicino, è morto in utero.

Oggi, molti di questi “gemelli nati soli”, sopravvissuti a questa tragedia, soffrono di solitudine, di profonda nostalgia, di continui fallimenti, di sensi di colpa; perlopiù hanno già sperimentato diversi tipi di terapie senza successo, senza che i sintomi migliorassero.

Nel seminario, dischiuderemo con delicatezza il canale della memoria prenatale per ricontattare l’amore e la dolcezza presenti in quel momento con il gemello. Questo ci aiuterà ad aprirci di nuovo, nonostante la ferita che abbiamo nel cuore.

Riaffioreranno allora alla nostra coscienza l’intimo contatto e la profonda vicinanza che ci univano. Lo sguardo e il contatto dell’altro daranno avvio alla pacificazione interiore.

Questo re-incontrarsi ci rende maturi per la guarigione delle nostre ferite e per uscire dalla confusione: ciascuno rispetterà i suoi tempi, avviandosi verso la guarigione sostenuto da esercizi e da rituali.

Spesso accade che prima di tutto si entri in contatto con il dolore e la tristezza.

In seguito diviene possibile contattare la gioia e la gratitudine per il tempo prezioso passato insieme nel ventre materno: l’amore vissuto in quel periodo è infatti ancora presente in noi, nel cuore.

Vi sono persone per cui è essenziale poter guarire il trauma subìto per la morte del gemello con cui condividevano l’utero materno: una guarigione fisica ed energetica che si rende necessaria per sentirsi completi nella vita quotidiana, senza sensi di colpa nei confronti degli altri.

Un bel giorno, ecco che arriva il momento giusto per lasciar andare l’altro gemello, per esempio attraverso un rito di addio, una sepoltura: la ferita energetica che si è aperta per la perdita del gemello può allora rimarginarsi e guarire.

In questo seminario useremo diversi metodi terapeutici, come le costellazioni familiari, la terapia per gli stati di shock, riti e viaggi interiori, la terapia biodinamica.

Entreremo con fiducia nello spazio prenatale grazie ad un rilassamento profondo tra le braccia di un altro partecipante al seminario che rappresenterà il sostegno materno.

In un’atmosfera protetta e di grande rispetto reciproco, può essere alimentata la guarigione che ci permetterà di avere più gioia di vivere e di essere più felici, di poter godere di relazioni sentimentali migliori e di avere una vita professionale ricca di soddisfazioni.

Il seminario sarà un processo di profonda guarigione psicologica: condivisioni di gruppo, esercizi di coppia, viaggio interiore per esplorare la vita intrauterina, in profonda connessione con i gemelli e il loro momento di dolore insopportabile, la perdita.

Dopo questo si affronta una parte integrativa per capire l’altro, il “punto di vista” del gemello scomparso. E’ un lavoro volto a guarire l’embrione o il feto feriti, che hanno ricevuto così prematuramente un grande shock, e al contempo, è un prendersi cura del sopravvissuto ora adulto.

Oltre a un intenso processo di guarigione, avremo il contributo di esperienze dirette e fotografie intrauterine. Questo intenso processo è finalizzato alla comprensione delle relazioni di coppia e al raggiungimento della consapevolezza di essere sopravvissuti nel dramma intrauterino e indica sentieri verso una  relazione felice e soddisfacente.

Alfred Ramoda AUSTERMANN: autore del libro “La sindrome del gemello scomparso” ed.  Amrita, Torino, si è laureato in Psicologia a Berlino e si è poi formato in Psicodramma (1982-1987), in Bioenergetica e in Psicologia biodinamica. Ha creato i metodi Aqua-Release e Life-Dance (terapia per il corpo e per la danza). In formazione permanente con Bert Hellinger nelle Costellazioni Familiari e Sistemiche, dal 1985 conduce egli stesso dei seminari su questo argomento ed è diventato formatore di terapeuti in costellazioni familiari e sistemiche in Germania e in Belgio.

 

 

51ewPv2GJML._SY344_BO1204203200_

 

Video interviste con l’autore in continuo aggiornamento al seguente link: 

http://multimedia.amrita-edizioni.com/Amrita/Austermann.html

Siti consultabili per approfondimenti: www.amrita-edizioni.com

Informazioni pratiche:

Abbigliamento comodo, cuscino e plaid.

Iscrizioni: per motivi organizzativi è indispensabile prenotarsi entro il
25 Febbraio 2018, previo acconto.

Ospitalità al Centro di Armonia

Il centro offre l’ospitalità vitto/alloggio,

cucina naturale/vegetariana (su prenotazione)

Lascia una risposta