Home » Attività » Progetto Salute 2018 – “Progetto Uomo Integrale”

Progetto Salute 2018 – “Progetto Uomo Integrale”

pubblicato in: Attività | 0

Progetto Uomo Integrale

sassone-nuova-foto

Presenta “Incontri sulla Salute” 

Conferenza

Venerdì 11 Maggio 2018 ore 18.00

PROGETTO UOMO INTEGRALE”

con Roberto Maria Sassone

Presso Libreria Arethusa, via Giolitti 18, Torino – www.arethusalibreria.it

è gradito un avviso di partecipazione  tel. 338 3880176

Con mani umane per il futuro dell’arte medica

“Creare un ponte fra Scienza e Coscienza”

 Gli Incontri sono rivolti a tutti

 – Da prenotare –

 Un speciale invito a partecipare è rivolto a:

terapeuti, medici, infermieri, psicologi, educatori,

insegnanti e a tutti gli operatori che operano

nel campo della salute e della cura.

Dott. Roberto Maria Sassone

Fondatore e docente della S.I.A.R. (SCUOLA Italiana di Analisi Reichiana)

è psicoterapeuta ed istruttore di Mindfulness. Si è formato con il prof. Federico Navarro, promotore del pensiero  Reichiano in Italia.

Sito web: www.psicologia-integrale.it

Libri di Roberto Maria Sassone

Ha scritto: “La Ricerca dell’Amore (un ponte tra Reich e Sri Aurobindo)

Educazione alla ricerca interiore Senza Corpo non c’è Spirito

 “Il Guerriero InterioreTutti editi da Anima Edizione

Segreteria Progetto Salute

Informazioni e Iscrizioni CENTRO DI ARMONIA

Cascina Valgomio – Frazione Barbaso – 14024  Moncucco  T.Se  (Asti)

Tel.  011/9874917   Fax  011/9874349  

info@centroarmoniavalgomio.itwww.centroarmoniavalgomio.it

Associazione Culturale di Promozione Sociale senza fini di lucro

“Incontri sulla Salute”

Gli argomenti trattati negli incontri sono mirati all’educazione, alla salute e all’integrazione fra le varie conoscenze scientifiche legate alla coscienza.

Ogni evento della vita può essere interpretato come una possibilità discoprire chi siamo veramente. Il conflitto, la sofferenza e la malattia, vissuti generalmente come ostacoli, possono trasformarsi in strumenti preziosi per il rafforzamento e la crescita della coscienza.

La salute è un bene tanto prezioso quanto impegnativo da raggiungere e conservare. Questa condizione dell’essere umano non significa soltanto “assenza di malattia” e “benessere fisico”, ma anche serenità ed equilibrio interiore, uniti alla scoperta delle “qualità fondamentali della natura umana”.

Prendere coscienza che “essere sani” è la diretta conseguenza di più fattori e che una “visione integrale” dell’uomo, comprensiva della sua natura, fisica, emotiva, mentale e spirituale, ci possa aiutare a risolvere più agevolmente i problemi economici, sociali e politici contemporanei.

PROGETTO UOMO INTEGRALE

Il progetto si articola su tre assi portanti: 

  • il corpo che è l’espressione vivente e pulsante dell’individuo (comprende la dimensione cognitiva, emotiva, istintiva e cellulare)
  • la coscienza (Sé individuale, Jivatman, Essere psichico) che è il substrato e l’intima natura

dell’individuo (collegato al centro del cuore)

  • la consapevolezza che è la funzione fondamentale che consente di essere radicati nel presente e quindi nella vita: essa è attivata dall’Attenzione.

Conoscere il proprio corpo significa immergersi nell’esperienza del sentire che però deve essere un sentire consapevole e radicato nella presenza di sé (centro del cuore), altrimenti diventa un lasciarsi sommergere da un caos emozionale, pulsionale e percettivo che crea solo confusione, dipendenza e perdita di sé.

Per un sentire consapevole entra in gioco l’efficacia delle pratiche di meditazione radicate sul respiro tra le quali privilegio la Vipassana (è quella che pratico e che quindi conosco meglio) che ha una lunga e profonda tradizione ed una grande qualità etica, ma naturalmente includo la mindfulness come approccio iniziale che per alcuni può essere più semplice.

Con la Vipassana si sviluppa gradualmente e si consolida, tramite l’attenzione consapevole, la capacità di essere presenti all’esperienza che viviamo nel presente, momento per momento. L’attenzione consapevole applicata alla percezione del corpo, all’esplorazione delle emozioni e delle strutture mentali consente una vera e intima presa di coscienza di sé.

Risulta a questo punto evidente quanto siano completamente efficaci nel lavoro corporeo tutte la pratiche bioenergetiche, vissute nella presenza consapevole, senza la quale spesso diventano solo esercizi meccanici o semplici sfoghi catartici che non incidono realmente nella trasformazione del carattere e dei blocchi psicosomatici.

Naturalmente questo approccio non ha la pretesa di essere l’unico possibile, ma semplicemente nasce dalla mia esperienza diretta, maturata negli anni, per mezzo di una pratica costante, sia meditativa che bioenergetica e psicocorporea.

Nel progetto rientrano vari spazi di crescita personale che sono i Laboratori di “Coscienza del corpo e Mindfulness”, i laboratori “Grounding del Cuore” e gli Intensivi di Self Mindfulness™.

Lascia una risposta