Home » Attività » Riconciliazione con la Vita – Seminario di Costellazioni Spirituali

Riconciliazione con la Vita – Seminario di Costellazioni Spirituali

pubblicato in: Attività | 0

condotto da Thomas Irzl

Inizio: venerdì 19 gennaio  ore 18
Chiusura: domenica 21 gennaio  ore 17

Verde Cascina

Thomas Irzl
Master of Science Université Européenne Jean Monnet a Bruxelles
in Costellazioni Familiari e Sistemiche – metodo Bert Hellinger

Luogo: Centro di Armonia, Cascina Valgomio – Frazione Barbaso – 14024 Moncucco T. Se (AT)
Raffaele – Tel: 338 3880176 –  http://www.centroarmoniavalgomio.it

Il seminario ha un Costo

Informazioni e/o per partecipare al seminario:
Mail: thomas.irzl@gmail.com / Telefono: 335-5270281 – dopo le ore 18

—————oooooooooOOO0OOOooooooooo—————

“Se non porti alla luce quello che è oscuro in te, quello che in te è oscuro ti ucciderà …
se porti alla luce quello che è oscuro in te, quello che in te è oscuro ti salverà …”

Hai integrata l’oscurità in te, oppure stai ancora lottando per allontanarla?
Chiunque sia spaventato dai propri lati oscuri non può procedere verso la luce; chiunque rifiuti la
propria umanità e finga di essere completamente spirituale, non è integro né integrato.
Coloro che sono arrivati in fondo sono stati resi umili dal loro viaggio. Per risorgere, per salire al cielo,
prima devi incontrare “il diavolo”, a testa alta.

Non lo troverai, se continui a cercarlo negli altri. Il diavolo è la tua stessa presenza angelica, dissacrata.
È la tua dimenticanza, la tua violenza nei confronti di te stesso. Lui è te, più di quanto non lo sia il tuo io
angelico, li tuo io angelico è etereo, come l’aria, non è di questa terra; non può elevarsi rispetto a ciò che
non ha mai incontrato.

Il diavolo è di questa terra.
Non respingere la tua creazione prima di essere arrivato a conoscerla. Non c’è nessun posto dove andare.
Non puoi andartene, uscire dalla tua stessa creazione. Non cercare di lasciare questo mondo prima di
essere pronto. La necessità di partire segnala la totale dipendenza dallo stato di dolore.
Dio non verrà come salvatore, a liberarti da un mondo che ti sei creato da solo. La guarigione arriva
attraverso il tuo gesto di accettazione nei confronti della tua oscurità. Arriva nell’amore e nella
compassione che porti a colui che è ferito, dentro e fuori. Arriva quando ti chini ad abbracciare le ali
scure che si muovono piano, di fronte alla porta chiusa della tua paura. Queste ali non potranno farti
male.

Nessuno è dissacrato, per quanto grande sia la ferita che ha dentro. Nessuno viene derubato della sua
innocenza, per quanto grave sia l’abuso che ha fatto o ricevuto.

Devi vedere attraverso quel colore scuro, ed entrare nel calore di quelle ali. Qui c’è una porta che
conduce diritto al cuore. Entra nel tuo dolore! Tutte le tue paure, i tuoi motivi di vergogna, devono essere
innalzati. Tutti i tuoi sentimenti di separazione devono venire a galla per essere curati.

Se vuoi guarire, ricorda, lascia affiorare il dolore. Guarda la tua ferita, riconoscila. 

Sii con essa e lascia che essa t’insegni.

—————oooooooooOOO0OOOooooooooo—————

Lascia una risposta